Evangelion Wiki
Advertisement
Evangelion Wiki

FGC:Episode 01 Cut 001


Screenshot Fotogramma # Descrizione/dialoghi Commentary

01 C001.jpg

001
La luce del sole brilla sulla superficie dell'oceano.

Il suono di un elicottero in volo.

Berserkelion: Il primo fotogramma di Neon Genesis Evangelion è il mare. La superficie dell'acqua è una delle immagini più frequenti della serie; oltre ad apparire nella celebre sigla di apertura e quella di chiusura, Fly me to the moon, compare nel sedicesimo, nel ventesimo e nel ventiduesimo (versione director's cut) episodio. In quasi tutte le scene è collegata al concetto di maternità o di inconscio, come nel ventesimo episodio, in cui Shinji viene intrappolato all'interno del grembo materno, scivolando in una situazione pre-cosciente e immateriale. Si noti come nella pellicola The End of Evangelion tutto si disciolga in un mare di LCL. In una delle sequenze finali Shinji emerge dalle acque rosse dell'oceano per dire addio definitivamente a sua madre. Un altro esempio è dato dalle immagini iniziali del Perfezionamento, in cui vede alcune immagini sessuali ed erotiche dei personaggi femminili di Evangelion.

Anche The End of Evangelion inizia con un riflesso dell'acqua, con Shinji immobile sulle sponde del lago Ashino. Forse è questo uno dei sensi più nascosti delle parole finali di Keel: «L'inizio e la fine convergono nel medesimo punto».

L'acqua riveste un particolare significato collegato a Rei Ayanami, nata nella terza sede distaccata del Laboratorio per l'Evoluzione Artificiale. Nami significa onda. Secondo la dottoressa Ritsuko infatti «l'acqua e la luce che individuano la più profonda psicologia di Rei riflettono l'immagine di questo posto rimastale impressa». Shinji non sa nuotare, dunque vede l'acqua come motivo di sofferenza. Il fatto che appaia come primo e ultimo fotogramma della serie è estremamente incisivo. Il mondo è pieno di sofferenza. E inizia dal primo episodio.

Advertisement